L’esplosivo piano di Bazil

locandina
titolo originale
Micmacs à Tire-larigot
nazione Francia
anno 2009
regia Jean-Pierre Jeunet
genere Commedia
durata 105 min.
distribuzione Eagle Pictures
cast D. Boon (Bazil) • A. Dussollier (Nicolas Thibault de Fenouillet) • N. Marié (François Marconi) • J. Marielle (Placard) • Y. Moreau (Tambouille) • J. Ferrier (Môme Caoutchouc) • O. Sy (Remington) • D. Pinon (Fracasse) • D. Masta (chef) • R. Berger (strip-teaseuse) • L. Guirao (madre di Bazil)
sceneggiatura J. Jeunet • G. Laurant • G. Laurant
musiche R. Beau
fotografia T. Nagata
montaggio H. Schneid
uscita nelle sale 17 Dicembre 2010

Trama: La vita di Bazil, cinefilo e impiegato in un videonoleggio, è stata rovinata dalle armi da guerra. Suo padre è rimasto ucciso da una mina in Marocco e lui stesso una notte è stato colpito alla testa da un proiettile vagante che lo ha lasciato in fin di vita.
Avendo perso il lavoro e la casa, Bazil vaga per le strade finché non incontra Slammer, un condannato graziato che gli presenta una banda di eccentrici commercianti da discarica tra cui Calcolatore, un esperto di matematica e statistica, Buster, detentore del record come palla di cannone umana, Tiny Pete, un artistico artigiano di automi, ed Elastic Girl, un’impertinente contorsionista. Quando a Bazil viene rivelata l’identità dei due produttori di armi responsabili della sua distruzione, mette a punto un complesso piano di vendetta che la sua nuova famiglia sarà felice di aiutarlo a mettere in pratica.

Trailer:

Recensione: Forse gli appassionati di quello che fu il fantastico mondo di una dolce e poco comune ragazza di nome Amelie se ne risentiranno, ma il nuovo film di Jeunet supera quello del 2001 e anche Una lunga domenica di passioni del 2004. Divertentissima, elegante e sapiente mescolanza di tante piccole idee, atmosfere, situazioni, citazioni ben riuscite vanno a tessere le vicende della vita di Bazil, un cinefilo commesso di un negozio di videonoleggio, dal momento in cui viene colpito accidentalmente da una pallottola vagante a seguito di una misteriosa sparatoria. Da questo momento la sua condizione precaria presente riuscirà a ricollegarsi al suo passato e lo porterà a decidere di vendicarsi mettendo su un piano geniale e spassosissimo insieme ad una combriccola di personaggi stravaganti ma organizzatissimi ed estremamente professionali da cui viene adottato. Viene da chiedersi come mai siano sempre i francesi od i belgi a proporre al grande schermo questo genere di film, questo genere di umorismo, di ironia. E solo nel corso degli ultimi mesi abbiamo avuto tre film che, quale in un modo, quale in un altro, ce ne hanno saputo dimostrare sapiente esempio: Mammuth di Gustave de Kervern e Benoît Delépine (francesi), Kill me please di Olias Barco (belga) e quest’ultimo di Jeunet (francese).
Ritornando specificatamente su L’esplosivo piano di Bazil quel che è importante notare e soprattutto che gli aspiranti registi italiani dovrebbero tener conto è come una sceneggiatura dopotutto non particolarmente forte ma d’altrocanto estremamente ben strutturata, alternata, intrecciata, giocata se vogliamo e anche piena di ritagli d’idee cucite insieme riesca a dimostrarsi molto più efficace di tante altre sceneggiature che vantano di avere magari un tema portante più forte ed erroneamente tralasciano tutto quel contorno che in fatto di cinema è fondamentale come la luce giusta per una buona fotografia.

Voto del Cinema Bendato:

Annunci

Info Il Cinema Bendato
Il Cinema Bendato cerca di sotto-porre l’attenzione su quel cinema che spesso viene messo da parte, che non riceve la giusta luce, che purtroppo non è facile da far raggiungere agli sguardi di un pubblico numeroso. Togliamogli le bende. Togliamoci le bende.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: