Il gioiellino



locandina
titolo originale Il gioiellino
nazione Italia / Francia
anno 2011
regia Andrea Molaioli
genere Drammatico
durata 110 min.
distribuzione Bim Distribuzione
cast T. Servillo (Ernesto Botta) • S. Felberbaum (Laura Aliprandi) • R. Girone (Amanzio Rastelli) • R. Carpentieri (Crusco) • F. Sciarappa (Franco Schianchi) • L. Guanciale (Filippo Magnaghi) • B. McClelland (Banker) • W. DeForest • G. Scaffidi (Augusta Rastelli) • L. Galantini (Segretaria) • V. Compagnucci (Barbara Magnaghi)
sceneggiatura A. Molaioli • L. Rampoldi • G. Romagnoli
musiche T. Teardo
fotografia L. Bigazzi
montaggio G. Franchini
uscita nelle sale 4 Marzo 2011

Una grande azienda agro-alimentare ramificata nei cinque continenti, quotata in Borsa, in continua espansione verso nuovi mercati e nuovi settori, quello che si dice un gioiellino. Il suo fondatore, Amanzio Rastelli, padre padrone dell’azienda, ha messo ai posti di comando i suoi parenti più stretti: il figlio, la nipote, più alcuni manager di provata fiducia – malgrado i loro studi si fermino al diploma in ragioneria. Un management inadeguato ad affrontare le sfide che pone il mercato. E infatti il gruppo s’indebita. Sempre di più. Non basta falsificare i bilanci, gonfiare le vendite, chiedere appoggio ai politici, accollare il rischio sui risparmiatori attraverso operazioni di finanza creativa sempre più ardite… La voragine è diventata troppo grande e si prepara a inghiottire tutto.



«Leda è un gioiellino» dice Amanzio Rastelli, il fondatore padrone dell’azienda agro-alimentare che si distende capillarmente per tutti i cinque continenti, continuamente sottoposta ad espansioni verso nuovi mercati e nuovi settori e quotata in Borsa. E «Leda» non è che un altro nome per dire Parmalat, perché è proprio di questo che ci parlerà Andrea Molaioli – regista del pluripremiato La ragazza del lago con 10 David di Donatello – nel suo secondo film da regista: del crac Parmalat.
Bella colonna sonora di Teho Teardo per un film che ci racconta le lacrime che nessuno ha mai pianto sul latte ri-versato in debiti, ma anzi di come sia stata possibile la realizzazione del più grande scandalo di bancarotta fraudolenta e aggiotaggio perpetrato da una società privata in Europa. Un Toni Servillo nelle vesti del vero Capo amministrativo dell’azienda, dal carattere burbero, autoritario e impeccabilmente coerente alla sua quasi religiosa fede: Leda. Ma se pensate di andare a vedere il film per l’interpretazione del suo attore principale quale Servillo, non aspettatevi la complessità dei drammi psicologici di cui siamo abituati a vederlo come punto cardine. Il gioiellino è un film sul crac Parmalat e se vi interessa l’argomento, il film saprà darvi spunti di riflessione. Eccezion fatta per Servillo, l’interpretazione attoriale generale è priva di particolare interesse. Gli stessi tempi narrativi e il ritmo d’azione avrebbero potuto avere una gestione migliore. Tuttavia è uno di quei casi in cui è il tema ad essere il vero e solo punto cardine dell’intero film.


Annunci

Info Il Cinema Bendato
Il Cinema Bendato cerca di sotto-porre l’attenzione su quel cinema che spesso viene messo da parte, che non riceve la giusta luce, che purtroppo non è facile da far raggiungere agli sguardi di un pubblico numeroso. Togliamogli le bende. Togliamoci le bende.

One Response to Il gioiellino

  1. sergej b. says:

    prova di grande qualità per il ‘cinema italiano attuale’, aspettative ripagate e una conferma per Molaioli: portare sul grande schermo una vicenda simile era impresa ardua e a me pare sia stata superata (con i relativismi del caso) con merito. un gioiellino, di film (e in genere vado giù duro sul cinema italiano).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: