Silvio Forever


locandina
titolo originale Silvio Forever
nazione Italia
anno 2011
regia Roberto Faenza • Filippo Macelloni
genere Documentario
durata 85 min.
distribuzione Lucky Red Distribuzione
uscita nelle sale 25 Marzo 2011


…e poi, col tempo, tutto ha cominciato a ruotare sempre di più intorno a lui. Solo a lui. Ossessivamente a lui: Silvio Berlusconi. Che, comunque la si pensi, al di là dei meriti per cui lo osannano e dei demeriti per cui lo disprezzano, è uno strepitoso personaggio della commedia dell’arte, capace di offrire miriadi di spunti per un’avventura cinematograficamente immaginabile…




Silvio forever è un documentario di Roberto Faenza e Filippo Macelloni che attraverso un collage di montaggio in forma di autobiografia con voce narrante di Silvio Berlusconi (a tratti originale, a tratti doppiata da Neri Marcorè fondandosi su dichiarazioni autentiche) rilega visivamente interviste, video di youtube, immagini di repertorio del Premier e dà voce a chi gli è amico e a chi gli è nemico.  Una biografia non autorizzata, così come recita il sottotitolo del film, dovrebbe raccontare cose che non si sanno, far vedere cose che non si son già viste. In parte (specialmente la prima) il film di Faenza e Macelloni ci riesce, riporta documenti meno noti, meno conosciuti; nella seconda parte invece ricade nell’eco delle ultime e ben note notizie degli ultimi tempi. Inoltre, sembra mancare qualche malefatta all’appello (Loggia P2 per dire un argomento che non viene nemmeno citato). Tuttavia, niente di imperdibile, niente che davvero non sapevamo già. E il peggio è che non fa nemmeno più ridere. Io sono così stufa.


Annunci

Info Il Cinema Bendato
Il Cinema Bendato cerca di sotto-porre l’attenzione su quel cinema che spesso viene messo da parte, che non riceve la giusta luce, che purtroppo non è facile da far raggiungere agli sguardi di un pubblico numeroso. Togliamogli le bende. Togliamoci le bende.

One Response to Silvio Forever

  1. Rita says:

    Già. Sai qual è la cosa triste? Che ormai su Berlusconi ci fanno i soldi tutti. Basta parlare di lui (bene o male, purché se ne parli) e le vendite sono assicurate.
    Un’ignobile opera di speculazione.
    Perché, un conto, come giustamente dici tu, per amor di cronaca e di verità sarebbe riferire cose ancora sconosciute ed inedite, un altro è continuare a parlare dei soliti argomenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: