Meduse



locandina
titolo originale Meduzot
nazione Israele / Francia
anno 2007
regia Shira Geffen • Etgar Keret
genere Drammatico
durata 80 min.
distribuzione Sacher Distribuzione
cast G. Sandler (Michael) • N. Leidman (La bambina) • N. Knoller (Keren) • S. Adler (Batya)
sceneggiatura S. Geffen
musiche C. Bowen
fotografia A. Heberlè
montaggio S. Franklin • F. Gedigier
uscita nelle sale 16 Novembre 2007

 


Tel-Aviv, oggi. Al suo matrimonio Keren si rompe una gamba, e la luna di miele ai Caraibi salta. Una strana ragazzina venuta fuori dal mare segue Batya come un’ombra, fino a cambiarle la vita. Joy è una cameriera venuta dalla Filippine; lavora per una vecchia signora severa e inaspettatamente riesce a riconciliarla con la figlia. Un film composito, con tanti squarci di umanità come tanti messaggi in bottiglia, uniti dalla cifra dell’assurdo. Un ritratto del mondo di oggi, dove ognuno tenta di cavarsela come può.



Meduse è il sublime racconto di una solitudine. Una solitudine uguale e allo stesso tempo diversa per ogni protagonista di questo onirico, malinconico e delizioso racconto. La solitudine di  una cameriera licenziata dal suo lavoro, la solitudine di una badante filippina che vive lontano dal figlio, due giovani sposi che non possono andare in viaggio di nozze, un’attrice che non sopporta sua madre, una piccola bellissima bambina che emerge misteriosamente dal mare e non parla. Ci troviamo in una Tel-Aviv senza coordinate, senza tempo, senza guerra: luogo onirico, indefinito, magico. Sono l’incomunicabilità e la solitudine ad essere al centro di questa bellissima pellicola, e il vero dialogo avviene oltre le parole, attraverso gesti, sorrisi, sguardi, silenzi, pensieri. Ed è il mare a condurci con le sue onde da un personaggio all’altro, filo narrativo portante che unisce attraverso il suo andamento le storie di queste persone. Un mare calmo in superficie, ma che sotto nasconde movimenti, paure, meduse. Nel film di Shira Geffen e Etgar Keret, Caméra d’Or al Festival di Cannes 2007, troviamo una dolcezza che si fonde col dolore, la sofferenza regalandoci attimi di meravigliosa e sconvolgente poesia. Film per pochi, per chi sa superare la paura dei silenzi. Un finale da massima commozione.

Poesia tratta dal film “Meduse” (2007)
di Shira Geffen e Etgar Keret:

Una nave dentro una bottiglia non potrà affondare mai
Né ricoprirsi di polvere
E’ carina da guardare mentre naviga nel vetro
Nessuno è tanto piccolo da poterci salire
Nessuno sa dov’è diretta
Il vento non può gonfiare le sue vele
Non ha vele
Solo lo scafo come un vestito
E sotto, meduse.

La sua bocca è asciutta
Nonostante sia circondata dall’acqua
Lei beve dal profondo degli occhi
Che non chiude mai
Morirà senza far rumore
Non si infrangerà sugli scogli
Lei rimarrà ferma e orgogliosa
E se non hai baciato lei mentre andavi via
Amore mio
Se puoi bacia me quando ritorni.


Annunci

Info Il Cinema Bendato
Il Cinema Bendato cerca di sotto-porre l’attenzione su quel cinema che spesso viene messo da parte, che non riceve la giusta luce, che purtroppo non è facile da far raggiungere agli sguardi di un pubblico numeroso. Togliamogli le bende. Togliamoci le bende.

One Response to Meduse

  1. Rita says:

    Lo vidi al cinema, quando uscì e ne conservo un ottimo ricordo; mi piacque proprio lo stile onirico ed anche la grazia specificamente “femminile” (anche se gli autori sono un uomo ed una donna e sono sposati). Molto curato nel dettaglio, un piccolo gioiello di vera poesia, di quella poesia non ricercata, che non è artificio, ma che è essenziale nelle cose stesse, o meglio, in un certo sguardo che si ha verso le cose.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: