Michel Petrucciani – Body & Soul

titolo originale Michel Petrucciani – Body & Soul
nazione Francia / Germania / Italia
anno 2011
regia Michael Radford
genere Documentario
durata 102 min.
distribuzione n.d.
uscita nelle sale 22 Giugno 2011

 

 

 

 


Documentario sulla vita del pianista jazz, di origine italiana, Michel Petrucciani. Dotato di un talento fuori dal comune, ha lavorato con musicisti del calibro di Dizzy Gillispie, Steve Gadd e Jim Hall.


Michael Radfort, il regista de Il Postino e de Il mercante di Venezia, torna al cinema con un documentario sulla vita del celebre e geniale pianista jazz Michel Petrucciani. Personaggio fuori dal comune tanto per il suo aspetto quanto per il suo talento. Il documentario ci racconta la vita di Petrucciani, attraverso filmati originali ed interviste a amici, parenti, collaboratori, mogli o fidanzate di Petrucciani e interviste all’artista stesso. Il lavoro cinematografico di Michael Radfort, nonostante non introduca nulla di innovativo al genere documentaristico, che prosegue lineare nella sua costruzione come qualsiasi documentario per la tv, riesce tuttavia a far emergere le contraddizioni, la personalità, le peculiarità e l’incredibile carattere di Michel Petrucciani. Il suo personaggio emerge affascinante e si mostra nel pieno del suo talento, ma anche della sua ironia, del suo incredibile umorismo e nel massimo delle sua abilità di ammaliatore. Il pianista jazz dalle incredibili doti artistiche soffriva di una malattia delle ossa che ha costretto il suo talento e il suo genio in un corpo incapace di sviluppare ed estremamente fragile. Michel Petrucciani – Body & Soul ci racconta vita, aneddoti e forse qualche bugia (storie che lo stesso Petrucciani inventava o “gonfiava” per il gusto di divertire e divertirsi) di un personaggio affascinante e talentuoso. Merita la visione. Soprattutto se siete appassionati di Jazz. Du du dum ba ba jee.


Annunci

4 Responses to Michel Petrucciani – Body & Soul

  1. Era un uomo eccezionale. Mi piacerebbe avere un decimo della sua vitalità…

  2. Pingback: Blog di una cinefila perbene. « Il cinema bendato

  3. Pingback: Il cinema bendato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: