Lasciami entrare

titolo originale Låt den rätte komma in
nazione  Svezia
anno 2008
regia  Thomas Alfredson
genere  Horror/Sentimentale
durata  114 min.
distribuzione  Bolero Film
cast  K. Hedebrant (Oskar) • L. Leandersson (Eli) • P. Ragnar (Håkan) • H. Dahl (Erik) • K. Bergquist (Yvonne) • P. Carlberg (Lacke) • I. Nord (Virginia) • M. Rahm (Jocke)
sceneggiatura J. Lindqvist
musiche J. Soderqvist
fotografia H. Van Hoytema
montaggio T. Alfredson • D. Jonsäter
uscita nelle sale 9 Gennaio 2009

Il rapporto adolescenziale tra Oscar, un giovane solitario e taciturno, e Eli, una bambina-vampira, sullo sfondo di una Stoccolma innevata e silenziosa. Un racconto di formazione mascherato da film gotico, una rivisitazione del genere horror ricca di passione e romanticismo. Un saggio sulla crescita, sull’innamoramento e su ciò che si è disposti a fare – e a dare – in condizioni estreme.


a cura di Noa Persiani (voto 7,5)


«Uccido perchè devo uccidere. Non esiste altro modo.
Uccido perchè voglio vivere. Proprio come te.»

Neve che cade. Inizia tutto così: un corpicino che si specchia nel vetro di una finestra, una mano appoggiata al riflesso della sagoma medesima sembra presagire l’arrivo di una figura diversa da tutti, nella Stoccolma invernale, prevalentemente notturna. Lasciami Entrare fu una delle rivelazioni cinematografiche del 2008, trattando il genere vampiresco in modo originale, quasi riscoprendolo. Lasciami Entrare… perchè i vampiri hanno bisogno di esser invitati per oltrepassare la soglia in casa altrui. Oskar permette ad Eli di varcare il suo mondo: la ragazzina è l’iperbole dell’Altro, è l’oggetto amato, è il sesso indefinito, ed il rapporto con Oskar (silenzioso, introverso, ansioso dodicenne) assomiglia ad un rito di catarsi. I due personaggi compongono uno sfondo armonico di miseria e degrado che racconta la scoperta adolescenziale. Alfredson alterna più punti di vista, spostando il focus dello spettatore, incastrando figure principali e secondarie. Colpisce la varietà di temi trattati con delicatezza, in tanta tensione astratta protesa verso continue vette ossimoriche (il rosso del sangue e il bianco della neve/latte, il candore dei visi e la mutilazione dei corpi). La violenza è decentrata lasciando che il sangue scorra fuori campo ed ovattata grazie a momenti successivi di tenerezza. Un mix che dona respiro a riflessioni sull’amore come necessità e su due mondi così lontani come quello fanciullesco e quello adulto, ma anche sull’accoglienza alla diversità. Il duo Alfredson/Lindqvist (artefice dell’omonimo libro e sceneggiatore del film stesso) allestisce quadri che lo spettatore è portato a riempire con proprie percezioni. Ottime le prove dei due ragazzini e la tecnica sopraffina per i pastosi neri notturni e i gelidi bianchi diurni; un esempio dello straordinario potere del lasciato tra le righe e del fuori scena, tratto evidente del cinema scandinavo. Una riflesssione sulla colonna sonora composta da Soderqvist che coinvolge e percuote l’ascoltatore per l’atmosfera che riesce a creare, aggiungendo spessore alle immagini, rendendole ancora più intime.

Annunci

Info Noa Persiani
Il Cinema Bendato cerca di (sotto)porre l’attenzione sul cinema d'autore, quel cinema che spesso viene messo da parte, che non riceve la giusta luce, che purtroppo non è facile da far raggiungere agli sguardi di un pubblico numeroso. Togliamogli le bende. Togliamoci le bende.

5 Responses to Lasciami entrare

  1. Pingback: Tinker, Tailor, Soldier, Spy « Il cinema bendato

  2. Dopo aver letto il libro, che ho trovato davvero molto bello, ho visto il film che ha rispettato le mie enormi aspettative!

  3. Pingback: Venezia coast to coast « Il cinema bendato

  4. Pingback: Venezia XXL. « Il cinema bendato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: