Alpis (Alps)

Speciale Venezia

Concorso
Alpis (Alps), Yorgos Lanthimos

 

Finalmente un film completamente soddisfacente. Alps, del regista greco Yorgos Lanthimos, è un film diverso, con una sceneggiatura originale, ben girato e che affronta un aspetto insolito di un tema molto noto al cinema: la perdita di persone care. Film drammatico che ci fa entrare nella vita di un’infermiera, un paramedico, una ginnasta e il suo allenatore che hanno creato un servizio (a pagamento dal quinto incontro in poi), che consiste nel sostituirsi a persone morte su commissione delle famiglie rimaste sole con il loro dolore. La società da loro fondata prende il nome Alpis, come la catena montuosa ai confini dell’Italia ed ognuno dei suoi dipendenti assume il nome di uno dei monti: il loro capo Monte Bianco, l’infermiera Monte Rosa… La fotografia pulita e una composizione visiva ragionata, associate al ritmo lento e alla sensazione volutamente ricercata di distacco inflitta al pubblico durante la visione, che rende lo spettatore un pio analizzatore delle storia nelle quali si immerge, rende Alpis una vera perla rara per il cinema post-moderno. Disprezzatissimo dalla critica italiana e invece molto apprezzato da quella straniera presente al Lido, Alpis non è di certo quello che si potrebbe definire un film d’intrattenimento, elemento che sta diventando sempre più tristemente richiesto dal pubblico, anche da quello più “cinefilo” di Venezia, che a fine film, accompagnato dal mio più profondo dolore e dalla mia più sincera indignazione, fischia sui titoli di coda.

Annunci

One Response to Alpis (Alps)

  1. Pingback: Speciale Venezia68 « Il cinema bendato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: