Faust

Speciale
68 Mostra Internazionale del Cinema di Venezia

Concorso
Faust, Aleksandr Sokurov

Vince la 68 Mostra Internazionale del Cinema di Venezia come miglior film il Faust di Aleksandr Sokurov, rivisitazione cinematografica del celeberrimo racconto popolare tedesco che valse lo spunto per innumerevoli opere di fantasia, tra cui la versione letteraria di Goethe viene universalmente riconosciuta come la più rappresentativa ed importante; versione che a sua volta ispira il regista russo Sokurov e che nel 1926 aveva ispirato uno dei padri del cinema come Friedrich Wilhelm Murnau.

Inutile raccontare nel dettaglio la trama universalmente nota, quella di Faust, sapiente scienziato alla ricerca di conoscenze sull’animo umano, che invoca il diavolo con l’accordo di essere servito al prezzo della propria anima, per poter raggiungere la conoscenza assoluta.

La rivisitazione di Sokurov si pone in modo anticonvenzionale rispetto all’originalità della storia; infatti l’incontro tra Faust e Mefistofele viene mostrata in un avvicinamento quasi improrogabile, con il personaggio di Faust tentato sì dal diavolo, ma allo stesso tempo quasi voglioso di essere tentato e che appare desideroso di cadere nel peccato pur di cedere alla conoscenza altrimenti negatagli. Inoltre il Faust di Sokurov appare voglioso di denaro e il diavolo di contro tende a non dichiarare mai le sue vere sembianze; tanto che il patto tra i due avviene (coraggiosamente) solo all’inizio della seconda parte del finale, all’incirca a trenta minuti dalla fine.

L’idea di base con cui Sokurov voleva girare questo film era quella di una pellicola a basso budget da girare in tempi ristretti in Vaticano, da cui il regista aveva ricevuto i permessi necessari. Il progetto è tuttavia mutato perché i costi richiesti non si conciliavano con le idee di partenza. Il film è rimasto un film a basso costo, con un cast semi-professionista e tempi ristretti di realizzazione. Il risultato è lodevole, nonostante corra il serio rischio – con la difficoltà e intensità dei suoi dialoghi e il ritmo (nella prima parte molto lento) – di annoiare lo spettatore.

Continuo ad essere della mia modesta opinione per cui il Faust riesca a rendere il pieno del suo potenziale più su carta che su pellicola, di cui ricordo la splendida rivisitazione poetica di Fernando Pessoa. A parte questo, il film è un ottimo film e la sua vincita è uno di quei casi in cui in qualche modo si accontenta tutti. Fossi stata nei panni della giuria avrei osato di più.

Annunci

5 Responses to Faust

  1. Pingback: Speciale Venezia68 « Il cinema bendato

  2. Rita says:

    Quasi una vincita annunciata, almeno da quello che ho leggicchiato in giro. Curiosa di vederlo comunque.

    Tu, che film avresti fatto vincere?

    • Dei film in concorso mi mancano da vedere “Shame” di Steve McQueen, “Carnage” di Roman Polanski, “Tao jie (A simple life)” di Ann Hui, “Texas Killing Fields” di Ami Canaan Mann, “Saideke Balai” di Wei Te-Sheng e il film a sorpresa. Tra i restanti 17 che ho visto, avrei premiato “Alpis”, che ha vinto il premio come miglior sceneggiatura e che ha ricevuto molte critiche negative dalla stampa italiana.

      • Marco says:

        Ho letto, mi sembra su Repubblica, una critica molto positiva su “Shame” di Steve McQueen. Sarebbe interessante sapere se combacia con la tua, anche se in molti casi riesci a ricavare uno sguardo tutto tuo sui film che recensisci. E questo, a tutti noi, piace :)

      • Torno adesso dal cinema. Ho appena visto Shame e domani lo recensirò. Mi fanno molto piacere le tue parole. Il fatto che quel che scrivo vi interessi è il mio “stipendio” ed è molto appagante. (:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: