The Exchange

Speciale
68 Mostra Internazionale del Cinema di Venezia

Concorso
Hahithalfut (The Exchange), Eran Kolirin

Particolarissimo film israeliano sul no-sense della vita. Un uomo torna a casa in un giorno qualunque, in un orario non abitudinale nel quale solitamente si trova a lavoro ed avverte qualcosa di diverso, di strano. Negli oggetti, nei colori, nel tipo di luce che illumina i mobili, nei silenzi, nella casa stessa. Da quel momento qualcosa muta in lui e si ritrova ad essere spettatore della vita. Comincia ad osservare in modo diverso e stravagante quegli avvenimenti di routine quotidiana che lo circondano, occasione che gli darà modo di fare amicizia con un suo vicino di casa che vive lo stesso tipo di straniamento. Il film presenta due peculiarità da sottolineare: la prima è d’ammonimento e riguarda la completa assenza di ritmo e di scansione in tempi cinematografici, che rende il film davvero arduo da seguire con il giusto coinvolgimento, la seconda è assolutamente di lode ed è in riferimento al tipo di sottilissima ironia utilizzata dal regista. Quando Eran Kolirin riuscirà ad associare al suo brillante senso d’umorismo apparentemente no-sense un ritmo più scandito o in alternativa ad inserire un maggior numero di idee dello stesso livello di quelle mostrate in questo film, il suo cinema diventerà assolutamente insostituibile.

Annunci

One Response to The Exchange

  1. Pingback: Speciale Venezia68 « Il cinema bendato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: