Stella

titolo originale Stella
nazione Francia
anno 2008
regia Sylvie Verheyde
genere Drammatico
durata 102 min.
distribuzione Sacher Distribuzione
cast L. Barbara (Stella) • K. Rocher (madre di Stella) • B. Biolay (padre di Stella) • G. Depardieu (Alain-Bernard) • T. Neuvic (Yvon) • J. Gravelines (Bubu) • V. Stroh (Mrs. Tillier Dumas) • J. Libereau (Loïc) • M. Rodriguès (Gladys) • L. Guérard (Geneviève)
sceneggiatura S. Verheyde
fotografia N. Gaurin
montaggio C. Dewynter
uscita nelle sale 5 Dicembre 2008



Francia, 1977. Stella, una ragazzina dei quartieri operai, viene ammessa a frequentare il primo anno di un prestigioso liceo parigino, dove si trova come un pesce fuor d’acqua finché non conosce Gladys, la prima della classe, figlia di ebrei d’Argentina, amica per errore e per fortuna…

a cura di Serena Ganzarolli (voto 6+/10)

Stella è un film che ripercorre l’anno scolastico di Stella, appunto, un’esile ragazzina di undici anni che vive nella Parigi degli anni Settanta, dallo sguardo disilluso di chi sa che non deve aspettarsi niente dalla vita e dalle persone, tantomeno dagli adulti, con cui sta continuamente a contatto quando non è a scuola: casa sua è infatti un bar con pensione gestito dai suoi genitori e frequentato da piccoli criminali ed emarginati, in cui l’unico adulto che la capisce e che lei sente come suo amico è Alain-Bernard (Guillaume Depardieu).
Ambientarsi in una “scuola per ricchi”, come la definisce la sua amica Geneviève (Laëtitia Guerard), in cui ciò che conta maggiormente è l’aspetto esteriore e il mestiere che svolgono i genitori, non è facile per la ragazzina. Tuttavia sarà proprio lì, la scuola, e il mondo che gli ruota intorno, il luogo dove Stella stringerà relazioni adatte alla sua età, in particolare con Gladys (Mélissa Rodrigues), e dove si innamorerà.
Ma non c’è solo Parigi. Una parte del film è ambientata in un paesino nel nord della Francia dove vive l’eccentrica nonna di Stella, e dove farà una serie di esperienze altrettanto importanti insieme alla sua amica Geneviève.
Il film è un alternarsi, da una parte, tra il bar (luogo dove la ragazzina deve confrontarsi continuamente con un mondo di adulti pieni di problemi) e la scuola (luogo di incontro e scontro, ma anche di contatto con quelli della sua età) e, dall’altra, le vacanze tra un trimestre e l’altro, che trascorre dalla nonna: ed è proprio in quelle circostanze, extrascolastiche, che Stella si forma, e cresce.

Il cinema francese ha affrontato in più occasioni il tema della scuola: da I Quattrocento Colpi di François Truffaut (che il film in più punti ricorda), fino al recentissimo La Classe – Entre les murs di Laurent Cantet.
Sylvia Verheyde, sceneggiatrice e regista, su questo tema aggiuge sicuramente qualcosa: mette in evidenza un dato tutt’ora attuale, ossia la difficoltà di crescere in un mondo costruito su misura di adulto, che quasi mai prova a capire i bambini e le bambine. Ma sicuramente mette troppi temi in questo film, talmente tanti che sembra che il non-detto prevalga sul detto in maniera schiacciante, e questo non può che costituire una pecca in un film che potenzialmente, focalizzandosi solo su alcuni aspetti, avrebbe potuto essere ottimo.

Da segnalare, in ogni caso, l’eccellente interpretazione del padre di Stella da parte di Benjamin Biolay, e di Léora Barbara, nei panni della giovane protagonista, che praticamente porta sulle sue spalle tutto il film, così come la presenza di almeno un paio di scene dal valore simbolico altissimo e davvero emozionanti senza scadere nel banale.
Se vi capita, giusto per questi ultimi elementi, dategli un’occhiata.

Annunci

2 Responses to Stella

  1. visto per caso, neppure lo conoscevo. molto bello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: