16 personaggi in cerca d’attore

News dal mondo cinematografico

16 PERSONAGGI IN CERCA D’ATTORE

quando: 16 Set 2011 ore 19:00 / 30 Set 2011 ore 19:30
dove: Galleria 291
indirizzo: Est Viale dello Scalo San Lorenzo, 45 – Roma
sito web: http://www.galleria291est.com
telefono: 0644360056
tipo di evento: mostra
organizzato da: Galleria 291 Est

a cura di Federica Tardani

Arriva a Roma da Venezia una collezione potenzialmente infinita di identità.
Matteo Mignani con il suo obiettivo cattura sedici pose, “16 personaggi in cerca d’attore”è il titolo della sua personale, visitabile alla Galleria 291 Est. Volti strappati alla calca di fotografi che, come ogni anno, ha affollato la 67esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.
In poco spazio, in poco tempo e con un metro scarso di muro bianco Mignani inizia la sua caccia alla fototessera migliore. Tra le celebrities immortalate spiccano i volti di Takashi Miike, Silvio Orlando, Alba Rohrwacher, Carolina Crescentini.
Spiega il fotografo: “Mi attira molto il concetto di fototessera. E’ un oggetto meta-fotografico, è lo scatto base, il livello zero della fotografia. Sapere che tutti ne abbiamo una in tasca è un pensiero che mi rassicura e mi incuriosisce. Per un gioco curioso tra essere e apparire”.
La mostra è ospitata alla Galleria 291 Est che prende il nome dall’omonima galleria newyorchese, fondata nel 1905 al 291 della Quinta Strada, dal fotografo americano Alfred Stieglitz.
Quando a New York si parlava di fotografia pura si poneva in gioco la tensione tra l’apparenza del mondo esterno e la personalità di colui che la mette in scena; si volevano rubare le immagini allo spazio e al tempo reale e mostrare come la fotografia fosse un disegno ottenuto direttamente dal lavoro della luce.
Coincidenza formale vuole che Matteo Mignani si dichiari incuriosito dal livello zero della fotografia, dall’identità di un momento. Entrando nella galleria il nostro sguardo è subito catturato da quattro fotografie di grande formato (Silvio Orlando, Alba Rohrwacher, Giuseppe Battiston, Carolina Crescentini); scendendo qualche gradino gli scatti di Mignani riescono a trattenere la nostra attenzione portandoci a guardare da vicino gli altri ritratti in formato fototessera. Un linguaggio per immagini graficamente efficace e puntuale.
Piccole e grandi fotografie che contengono al loro interno soltanto ciò che è necessario e sufficiente, escludendo tutto il resto, così come nella selezione dell’ organizzazione sintattica delle parole o degli insiemi di note e tempi di un brano musicale. Siamo di fronte a una scelta precisa; scelta che però rivendica subito la propria autonomia, quasi sfuggendo all’obiettivo del fotografo. E’ l’automia propria di ogni ritratto. Il ritratto isola il soggetto, lo sottrae a ogni rapporto di scena e di rappresentazione per introdurlo immediatamente in un rapporto esclusivo e continuamente rinnovato con i soggetti ai quali è intenzionalmente presentato o esposto.
Il soggetto è l’opera unica del ritratto, ed è in questo scatto che esso si trova o si perde.
Affascinante vedere come questo continuo ritrovamento e continua perdita d’identità avvenga sui volti di personaggi noti. Ogni ritratto è innanzitutto e in fine un incontro, Matteo Mignani, grazie al suo obiettivo, ce ne regala sedici, al 291 Est.

Matteo Mignani nasce in provincia di Bergamo nel 1974.
Studia Lettere a Pavia, lavora nel campo dell’editoria a Milano e nel 2008 si trasferisce a Roma. Si divide tra fotogiornalismo e cinema, partecipando alle più importanti manifestazioni cinematografiche italiane.
Espone a maggio 2011 a Roma, presso la Galleria del Cortile- Archivio Sante Monachesi in occasione del IV Festival dei Fotografi di Scena; sarà di nuovo presente con un lavoro alla Galleria del Cortile dal 12 ottobre 2011 per la collettiva “Madreterra“, nell’ambito di FOTOGRAFIA-Festival Internazionale di Roma.

La mostra “16 ritratti in cerca d’attore” è visitabile dal 16 al 30 settembre presso la Galleria 291 Est, viale dello Scalo San Lorenzo 45, Roma.


Annunci

Info Il Cinema Bendato
Il Cinema Bendato cerca di sotto-porre l’attenzione su quel cinema che spesso viene messo da parte, che non riceve la giusta luce, che purtroppo non è facile da far raggiungere agli sguardi di un pubblico numeroso. Togliamogli le bende. Togliamoci le bende.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: