Like crazy

Selezione Ufficiale | Fuori concorso

titolo originale Like Crazy
nazione U.S.A.
anno 2010
regia Drake Doremus
genere Drammatico / Sentimentale
durata 90 min.
distribuzione n.d.
cast F. Jones (Anna) • A. Yelchin (Jacob) • J. Lawrence (Sam) • C. Bewley (Simon) • C. Messina (Mike Appletree)
sceneggiatura D. Doremus • B. Jones
musiche D. O’Halloran
fotografia J. Guleserian
montaggio J. Alberts

 

Anna, studentessa inglese, si trasferisce a Los Angeles per frequentare il college. Qui si innamora, corrisposta, dell’americano Jacob. Quando il visto per ragioni di studio di Anna scade, la ragazza deve rientrare a Londra. L’amore per Jacob si consuma quindi a distanza, tra difficoltà e incomprensioni.

a cura di Alessia Paris (voto 7/10)

Le storie d’amore tristi sono quelle che preferisco, almeno nei film. Soprattutto se in film come Like Crazy. Uno di quei film che ti lascia quel sapore tutto reale di un dolore che forse una volta hai vissuto, che forse una volta hai immaginato di vivere o che forse vivrai. Perché Like Crazy è uno di quei film che ti racconta l’amore per quello che è, con la sua realtà e i suoi virtuosismi emozionali, ma sempre nel perimetro di quel mondo reale e difficile in cui tutti viviamo.
Le storie d’amore tristi sono quelle che preferisco, almeno nei film post-moderni, perché se hai bisogno di un film “romantico” dal finale felice ti basta usufruire del panorama sempreverde della Hollywood classica, con quel gusto d’irrealtà e di sogno che solo una macchina produttiva di sogni così grande ha saputo creare.

I love you LIKE CRAZY. Amarsi da impazzire al punto tale da commettere un banalissimo errore che chiunque in un momento di lucidità avrebbe saputo prevedere: ignorare la scadenza di un visto per gli Stati Uniti. Se c’è un Paese al mondo che non perdona questo tipo di dimenticanza, è proprio l’America, e la pena più grande che infligge sui protagonisti di questo film è quello di mettere a dura prova un sentimento. Quel tipo di sentimento che sembra invincibile, più forte della distanza, più potente del dolore, più grande delle piccolezze e degli errori umani.

Like crazy: la storia d’amore di due ragazzi, folle nella sua spinta emotiva eppure concreta e reale, comune nella sua verosimiglianza.  Questo film ha il grande pregio di mostrare le cose per quello che sono, per quello che potrebbero essere per due persone che si trovano a vivere una situazione di relazione a distanza, senza togliere o aggiungere nulla.

E quella doccia finale dei due, insieme, con l’acqua calda che scivola sui loro corpi nudi quasi a voler pulire fisicamente un dolore ormai indelebile. Ripercorrere il domino di errori che tassello dopo tassello hanno compiuto il loro percorso e modificato definitivamente gli eventi. Redimersi, purificarsi, perdonarsi. Ma a volte neanche questo basta.

Premiato al Sundance come miglior film e presentato al 6° Festival di Roma come film fuori concorso. Da vedere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: